© 2023 by James Consulting. Proudly created with Wix.com

LA MIA STORIA

Stefania Bigi, MD

Certified FertilityCare Practitioner

Benvenuti! Mi chiamo Stefania e saro' felice di guidarvi nel percorso di apprendimento del Creighton Model System (CrMS)!

Sono giunta ad apprezzare questo sistema e a dedicarmi all'insegnamento dopo avere avuto la fortuna di conoscerlo e poi utilizzarlo per risolvere alcuni miei problemi medici.

Insieme a mio marito abbiamo imparato a capire quali erano le cause della nostra infertilita' durata i primi 6 anni del nostro matrimonio, proprio attraverso il processo di apprendimento delle registrazioni con il CrMS e abbiamo poi beneficiato del trattamento medico con la Naprotecnologia.

E' un sistema che insegno con entusiasmo dopo averne visto i benefici e l'efficacia personalmente e nella nostra vita di coppia.

Lo insegno con entusiasmo anche dopo averne verificato, grazie alla mia formazione medica, l'affidabilita' da un punto di vista scientifico. 

E' basato su osservazioni oggettive, registrazioni accurate, dando ad ogni donna una idea chiara di cio' che sta accadendo durante un ciclo mestruale...spesso ci dimentichiamo che il nostro corpo ci parla attraverso segni molto semplici, che dobbiamo solo imparare a riconoscere in modo da poter dare un nome al problema ed essere quindi in grado di risolverlo!

 

Di questo Sistema apprezzo molto anche il supporto spirituale ed umano fornito alle coppie che ne fanno uso: attraverso strumenti molto semplici, le coppie apprendono a comunicare meglio e a condividere le proprie intenzioni e i propri sentimenti nell'intimo campo della sessualita'.

Le solide basi scientifiche del Sistema, insieme alla nostra storia personale "con lieto fine" (siamo stati benedetti con due bellissime bambine!), mi hanno reso promotrice e insegnante appassionata: per risolvere i problemi di salute di natura ginecologica, esiste davvero un modo efficace e moralmente accettabile!

Durante i miei anni di insegnamento del Sistema, ho anche imparato quanto il Sistema possa essere di aiuto per coppie di normale fertilita': le coppie acquisiscono una piena consapevolezza della loro fertilita' e sono quindi in grado, apertamente e liberamente, di condividere le proprie intenzioni -se accogliere nuovi figli o evitare una gravidanza in base alle condizioni di vita in cui si trovano- senza la necessita' di ricorrere alla contraccezione artificiale.

Le coppie imparano ad avere fiducia nel proprio coniuge, a prendere decisioni insieme, a costruire intimita' in tutti i campi della loro relazione ricevendo la guida e il supporto necessari.

PERCHE' QUESTO NOME PER IL MIO CENTRO FERTILITYCARE?

Il nome e' l'acronimo dI "Mary meets Elizabeth", la versione Inglese dell'episodio della Visitazione, 

Questo episodio del Vangelo mi ha dato ispirazione perche' ne vedo un incontro tra due donne con storie molto diverse, ma che portano in se' lo stesso incredibile dono di DIo, un bambino nel proprio grembo.

Richiama al mio cuore e alla mia mente da un lato la gioia di una giovane coppia che sta iniziando a costruire la propria famiglia, e dall'altra la sofferenza di una coppia che non ha ricevuto la benedizione dei figli durante il loro matrimonio se non molto tardi negli anni.

Mi aiuta anche a guardare con fede ai piani di Dio, sia nel caso di una sofferenza legata a una situazione di infertilita', che nella contemplazione della Sua immensa generosita' quando una coppia viene benedetta con una gravidanza, seppur non pianificata.

In qualsiasi caso, ci vengono aperti gli occhi su quale grande dono sia una nuova vita, in qualsiasi modo o momento avvenga.

Mi piace moltissimo vedere queste due donne - Maria ed Elisabetta - traboccare di gioia per la Grazia appena ricevuta e condividerla apertamente. 

Metto tutto questo in correlazione con un Centro FertilityCare perche' vorrei che questo fosse il luogo dove donne in qualsiasi fase della loro vita, sposate o meno, cosi' come ogni coppia, possano trovare comprensione per la propria specifica situazione, conforto spirituale e cure fisiche, possano gioire del dono di una nuova vita e trovare supporto e aiuto nei momenti di bisogno.

Desidero portare nel mio Centro il cuore di Maria, che corre a trovare Elisabetta dopo l'Annunciazione, vuole condividere con lei la sua situazione e la sua Gioia, vuole portarle aiuto e sostegno e riceve il grande dono di riuscire a trasformare in parole la Parola che porta in grembo.